"L'autismo non va curato, va capito"
FORMAZIONE
La formazione avviene, nel rispetto della mission dell’Associazione, previa analisi dei fabbisogni formativi dei professionisti. Tale analisi viene effettuata nel corso degli incontri di equipe alla luce dell'esperienza diretta sui pazienti e in base agli input che derivano dalla letteratura scientifica internazionale sull'autismo. Annualmente vengono pianificati dei programmi di formazione coerente con la valutazione dei fabbisogni delle diverse professionalità. Ogni anno A.G.S.A.T. predispone un piano formativo che soddisfi le proprie esigenze e che migliori la qualità dei servizi.

Settimanalmente vengono svolte equipe finalizzate non solo alla discussione dei casi, ma anche alla formazione interna degli operatori. Il referente medico-scientifico oltre a supervisionare gli aspetti metodologici adottati dal gruppo di lavoro, gli obiettivi inerenti i singoli progetti individualizzati e le dinamiche di gruppo, riserva uno spazio strutturato e continuativo per la formazione.

Per la formazione esterna sono invece previste partecipazioni a Convegni, Congressi o altri eventi istituzionali di settore. Inoltre, ci si avvale della consulenza di operatori esterni competenti, scelti di volta in volta a seconda delle esigenze.
INTERVENTO ABILITATIVO
L'intervento sanitario offre una risposta qualificata in termini di valutazione funzionale, intervento, consulenza alle scuole e alle Istituzioni, presa in carico abilitativa, educativa, sociale, a favore di soggetti affetti da autismo e delle loro famiglie. I servizi offerti sono i seguenti.
Per l'utente:
- Visita del Neuropsichiatra Infantile (prima visita e visita di controllo)
- Osservazione logopedica, psicomotoria, educativa e relativo intervento abilitativo
- Osservazione psicologica, valutazione funzionale, parent training
- Relazione clinica e stesura del Progetto Abilitativo Individualizzato
- Intervento Abilitativo nel contesto di vita
Per la famiglia:
- Sostegno psicologico attraverso incontri di gruppo ed individuali
- Condivisione Progetto Abilitativo
- Confronto sistematico con il Neuropsichiatra Infantile
Per i terapisti:
- Attività di aggiornamento e di formazione continua
- Equipe settimanali multidisciplinari sui casi
- Momenti di supervisione con il Neuropsichiatra Infantile
Consulenza specialistica verso:
- Scuole
- Centri diurni e privato sociale
- Territorio
INTERVENTO
SOCIO-ABILITATIVO
Questo percorso si basa su attività finalizzate allo sviluppo di abilità individuali nell'ambito delle autonomie personali, prerequisiti lavorativi di gestione dell'ambiente esterno, sviluppo dei processi comunicativi adattati alle competenze dell'utente, adattamento, partecipazione e integrazione con il territorio. Si rivolge alla globalità del soggetto, analizzandone le competenze in termini cognitivi, neuropsicologici, psico-relazionali, comportamentali e di adattamento. Il percorso si svolge all'interno del Centro e sul territorio, dove vengono svolti percorsi di socializzazione in ambiente di lavoro in collaborazione con alcune aziende trentine.

Il Centro ha sede a Gardolo, in convenzione con APSS. I principi ed obiettivi del modello di intervento mirano a raggiungere:
- Una qualità di vita più aderente ai bisogni di partecipazione sociale dei soggetti
- Lo sviluppo dell'autodeterminazione dell'individuo in rapporto a sé ed all'ambiente sociale
- Il sostegno alle famiglie, inteso come la realizzazione di un sistema socio-educativo che, nel momento attuale e nel futuro, sia garante di un percorso definito, condiviso e rassicurante per il proprio figlio.
CRITERI D'ACCESSO
L’accesso alle Prestazioni di specialistica ambulatoriale e gestione della lista d’attesa

L’accesso avviene secondo criteri quali una certificata diagnosi di autismo e l’invio da parte dell’azienda sanitaria. L’accreditamento sanitario ottenuto dalla Nostra Associazione da parte dell’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari di Trento ha permesso agli utenti con autismo di usufruire dei nostri servizi tramite un’impegnativa medica.

Con tale impegnativa, le persone che possiedono Codice di Esenzione, possono ricevere gratuitamente, da parte del Servizio Sanitario Nazionale, cure e terapie, nei limiti stabiliti dai pacchetti Provinciali. In assenza di Codice di Esenzione Utente nella ricetta, ricordiamo che per ogni impegnativa si dovrà versare il ticket richiesto dal SSN.

A seguito dell’invio da parte del neuropsichiatra del centro di II° livello viene effettuata, compatibilmente con la lista d’attesa, una prima valutazione finalizzata alla stesura del progetto abilitativo individualizzato.

Il protocollo valutativo prevede la valutazione multidisciplinare da parte dei professionisti dell’area: logopedica, neuropsicomotoria, educativa, psicologica e neuropsichiatrica, conclusa la valutazione viene effettuata una restituzione ai familiari al fine di condividere competenze emergenti, obiettivi, indicatori e strategie di intervento.

Il percorso abilitativo prevede:
- logopedia
- neuropsicomotricità
- terapia psicoeducativa
- parent training
- incontri scuola
- incontro di rete
- interventi nel contesto di vita (es. a domicilio)

Il percorso di rivalutazione periodica prevede:
- visita neuropsichiatrica di controllo
- colloquio psicologico clinico
- equipe multidisciplinare di controllo
- relazione clinica / certificazione

Per la famiglia è inoltre previsto un sostegno psicologico attraverso incontri di gruppo e/o individuali. Qualora si creasse una lista d’attesa questa viene gestita secondo criteri di priorità attraverso una modalità strutturata che tenga conto di:
- la gravità del quadro sintomatologico;
- la gravità del quadro comportamentale;
- l’età del soggetto: il modello abilitativo A.G.S.A.T. è basato sulla suddivisione in tre fasce d’età (prescolare, scolare e adolescenti) a cui corrispondono delle fasce orarie di terapia, questo per favorire il più possibile, ove necessario, - la possibilità di lavoro in gruppo omogeneo;
- la data di richiesta di accesso;

Sulla base di tale criterio viene attribuita una priorità di accesso al servizio ed una maggiore o minore intensità dell’intervento.



L’accesso al servizio socio-abilitativo e la modalità di gestione della lista d’attesa.

L’autorizzazione di accesso al servizio socio-educativo avviene in sede di UVM.
All’inserimento dell’utente viene effettuata dall’equipe una valutazione funzionale utile ad identificare gli ambiti di competenza emergente. Al termine della valutazione viene redatto un Piano socio educativo individualizzato condiviso con i familiari e la rete dei servizi coinvolti.
A seconda degli obiettivi identificati come prioritari nel progetto l’utente potrà essere inserito in un contesto di gruppo o seguire un progetto individualizzato, potranno inoltre essere attivati progetti sul territorio come ad esempio progetti di socializzazione in ambiente di lavoro.
Ogni sei mesi circa viene effettuata una rivalutazione del progetto con eventuale, se necessario, risomministrazione della testistica.
La rivalutazione potrà essere condivisa con l’equipe UVM e gli altri servizi coinvolti nella rete della presa in carico del soggetto e conseguentemente riconfermata la permanenza del soggetto presso la struttura o il passaggio ad altre strutture.
Oltre all’attività diretta all’utente si offre un servizio di parent training, di consulenza alla rete (scuola, centri socio-educativi, servizio trasporti) oltre che visite psichiatriche.
L’eventuale formarsi di lista di attesa verrà gestito, in sede di UVM, sulla base di criteri di priorità condivisi.
I contenuti medico-scientifici di questo sito sono da intendersi per uso esclusivamente informativo e non sostituiscono in alcun modo il parere di un medico.

A.G.S.A.T. Onlus invita tutti i visitatori ad avvalersi sempre e comunque del parere del proprio medico di fiducia e non si assume responsabilità per danni a terzi derivanti da uso improprio o illegale delle informazioni riportate.

Il sito non fa uso di cookie di profilazione.
Orari:   8.30 – 12.30

Ambulatorio A.G.S.A.T. e sede amministrativa
Trento via Brennero 260 H - 38121 Trento

Centro Socio-Abilitativo
via delle Palazzine, 7 - 38121 Trento

Stiamo traslocando, il nuovo indirizzo sarà:
via Brennero 260 H, 38121 Trento – presso il Centro Tridente
A.G.S.A.T. Onlus - Associazione Genitori Soggetti Autistici del Trentino
P. IVA 01915050221